Sala Baganza - Respiccio - Piantonia - Monte Prinzera - Calestano - Marzolara (Parma)

Località di partenza Sala Baganza (162 m) Parma
Lunghezza 59,3 km
Quota massima 736 m Monte Prinzera
Dislivello complessivo in salita 1095 m
Ciclabilità 100% - 96% asfalto e 4% sterrato
Arrivo Sala Baganza (162 m) Parma
Acqua lungo il percorso SI - bivio Case Prinzera - Terenzo - Calestano - Marzolara
Parcheggio gratuito Via Giuseppe di Vittorio - LINK
Traccia GPX LINK
Mappa e profilo altimetrico LINK

Come arrivare: da Parma si percorre via Spezia e oltrepassata Stradella si gira a sinistra sulla SP15. Arrivati a Sala Baganza si seguono le indicazioni per Felino e prima del ponte sul torrente Baganza si gira a destra su via Giuseppe di Vittorio dove si trovano vari parcheggi gratuiti.
Panorama dal Monte PrinzeraDopo aver parcheggiato l’auto, iniziamo a pedalare su via Vittorio Emanuele in direzione San Vitale Baganza. Questa strada, poco trafficata, è in leggera pendenza. Dopo aver superato il paese di San Vitale Baganza proseguiamo con qualche salita sino all’altezza del ristorante Blue River dove giriamo a destra seguendo la segnaletica stradale indicante Marzano – Lesignano Palmia. Iniziamo la salita, il primo chilometro ha una pendenza media del 7,8% mentre i restanti 1,1 kmTornanti di Piantonia hanno una pendenza del 7,5%. Arrivati al bivio, dove a sinistra si prosegue verso Marzano, noi teniamo la destra seguendo la segnaletica stradale indicante Sivizzano e Ozzanello. Iniziamo la bella discesa, al primo bivio teniamo la sinistra e, su asfalto, arriviamo all’incrocio con la SP39 dove giriamo a destra. Oltrepassiamo Roncolongo e arriviamo a Respiccio. Continuiamo sempre dritto fino all’incrocio con la SP62 della Cisa Un tratto della salita del Monte Prinzeradove giriamo a sinistra e alla rotonda prendiamo la seconda uscita ed arriviamo a La Salita. Dopo un breve tratto di salita con una pendenza media dell’1,7% iniziamo la salita verso Piantonia. Percorriamo 1,5 km con pendenza media del 6,9% arrivando alle ultime case di Piantonia dove iniziano i famosi “tornanti di Piantonia”. La strada in questo punto è molto panoramica e, se la giornata è limpida, si può godere di un ampio panorama sulle colline parmensi. Percorriamo 1,9 km con una pendenza media del 7,6%, oltrepassiamo l’ultimo tornante e proseguiamo in direzione di Cassio. Giunti pochi metri prima del bivio per Case Prinzera, sulla nostraPanorama dal Monte Prinzera sinistra troviamo la prima delle tante fontanelle disseminate lungo il percorso. Arrivati nei pressi di Bosco di Bardone giriamo a sinistra sulla strada per Villaggio Prinzera. Da La Salita a qui abbiamo percorso 6,3 km superando un dislivello di 425 metri con una pendenza media del 6,7%. Affrontiamo due tornanti, passiamo davanti alle belle case con giardini molto curati, e arrivati nel punto in cui la strada inizia a scendere, giriamo a sinistra imboccando uno stradello sterrato privo di indicazioni. Iniziamo la salita pedalando con la nostra ciclocross cercando di evitare i tratti più rovinati (se avete una bici da corsa consigliamo di procedere con bici a fianco). La strada spiana per un breve tratto, curva a 90° verso sinistra, una breve discesa e poi inizia la vera salita. Peccato che la strada è molto rovinata, alterna tratti in asfalto con tratti di sterrato sassoso, ma nel complessoMonte Prinzera è pedalabile tutta in sella alla propria bicicletta. Affrontiamo l’ultimo tratto di salita su asfalto e finalmente giungiamo nei pressi dell’antenna, dove lasciamo le biciclette per proseguire a piedi l’ultimi tratto che ci conduce sulla cima del Monte Prinzera (736 m). Dal bivio a qui abbiamo percorso 1,4 km superando un dislivello di 122 metri con una pendenza media dell’8,1%. Dalla cima lo sguardo spazia sul medio e alto Appennino parmense sino alle vette più alte dello spartiacque ligure-emiliano. Riusciamo a fotografare varie farfalle, in particolare un macaone che succhia il nettare dai fiori. L’emergenza sanitaria del COVID19 Un tratto della strada del Monte Prinzeraci aveva tenuti chiusi in casa per due mesi e ora non ci sembra vero  stare di nuovo all’aria aperta godendoci questo meraviglioso panorama a 360° sulle colline parmensi. La giornata è molto bella e decidiamo di mangiare qui la nostra focaccia per ammirare in tutta tranquillità il panorama. Dopo questa sosta rimontiamo in sella e con attenzione percorriamo in discesa lo stesso itinerario seguito in salita fino a ritrovare l’asfalto. Giriamo a sinistra su via Ca Nova e velocemente raggiungiamo l’incrocio con la DP62 della Cisa dove giriamo a sinistra. Oltrepassiamo Bosco di Bordone, percorriamo 1,6 km con pendenza media del 3,9% e giunti all’incrocio giriamo a Monte Prinzerasinistra seguendo la segnaletica stradale indicante Terenzo e Calestano. Ci lanciamo velocemente in discesa fino a raggiungere il bivio dove a sinistra si prosegue per Lesignano Palmia, mentre noi giriamo a destra e continuiamo la discesa fino a Calestano. Purtroppo, sempre a causa del COVID19, i bar sono ancora chiusi e non possiamo fare la nostra solita sosta per cappuccino con brioche. Proseguiamo allora fino a Marzolara, dove giriamo a sinistra e attraversiamo il ponte sul torrente Baganza e ci ricongiungiamo con la strada percorsa al mattino. Seguiamo a ritroso la stessa strada fino al parcheggio dove avevamo lasciato l’auto. 09/05/202020. Per visualizzare altre foto: LINK

Altri itinerari nei dintorni
  1. Barbiano - Marzolara
  2. Berceto
  3. Passo del Silara
  4. Cozzano Pineta
  5. Barbiano
  6. Calestano
  7. Monte Prinzera
  8. Collecchio - Pellegrino P.se
  9.