Palanzano – Ponte di Lagastrello – Passo della Scalucchia – Pratizzano – Ramiseto (Parma)

Località di partenza Palanzano (600 m) Parma
Lunghezza 67,9 km
Quota massima 1364 m Passo della Scalucchia
Dislivello complessivo in salita 1613 m
Arrivo Palanzano (600 m) Parma
Ciclabilità 100% asfalto
Acqua lungo il percorso SI - Succiso di Mezzo - Montemiscoso - dopo Vaestano
Parcheggio gratuito SP665r al bivio di strada Tanaro - LINK
Traccia GPX LINK
Mappa e profilo altimetrico LINK

Come arrivare: da Parma si percorre la SP665 verso Langhirano. Superato il paese si continua dritto verso Pastorello e Capoponte. Si prosegue, sempre sulla SP665R-Massese, in direzione di Lagrimone, Ranzano, Selvanizza e Palanzano.
Lago PaduliLasciamo l’auto nel piazzale e iniziamo a pedalare sulla SP665. Alla fine del paese inizia la discesa lunga 1,9 km, attraversiamo il ponte sul torrente Cedra e arriviamo a Isola. Proseguiamo in salita per 6,3 km superando un dislivello di 261 metri con una pendenza media del 3,8% fino ad arrivare a Monchio delle Corti (820 m). Seguiamo l’indicazione stradale per Rigoso, pedalando sempre sulla SP665, e in leggera, ma costante salita attraversiamo il ponte sul torrente Cedra arrivando a Tre Fiumi e successivamente a Rimagna (1000 m). Affrontiamo due tornanti e continuiamo in salita fino ad arrivare al bivio per Prato Spilla. Da Isola a qui abbiamo percorso 13,5 km superando un dislivello di 607 metri Torrente Lioccacon una pendenza media del 4,3%. Proseguiamo dritto girando intorno al Monte Bastia (1206 m), scavalliamo a quota 1150 metri e in discesa giungiamo a Rigoso (1135 m). In leggera salita arriviamo a Ponte di Lagastrello (1159 m) dove giriamo a sinistra seguendo la segnaletica stradale per Reggio Emilia (83 km), Ramiseto (25 km) e Miscoso (5 km). Da Palanzano a qui abbiamo percorso 19,4 km superando un dislivello di 685 metri. Ci fermiamo un momento per mangiare una banana e poi proseguiamo fino alla fine del ponte. Imbocchiamo il sentiero che conduce al Rifugio Sarzana, ne percorriamo pochi metri e fotografiamo il Lago Paduli. Torniamo indietro, rimontiamo in Panorama poco prima del Passo della Scalucchiasella, indossiamo l’antivento e ci lanciamo in discesa sulla SP15 fino a Miscoso. Proseguiamo sulla SP15, sempre in discesa e arriviamo al ponte sul torrente Liocca dove finisce la discesa e inizia una nuova salita. Da Ponte di Lagastrello a qui abbiamo percorso 2,5 km superando un dislivello negativo di 353 metri con una pendenza media del -4,3%. Inizia una nuova salita, dopo 200 metri giriamo secco a destra seguendo l’indicazione stradale per Succiso (2 km), affrontiamo due tornanti e arriviamo a Succiso Inferiore. Continuiamo in salita, ancora due tornati e raggiungiamo Succiso di Mezzo dove, al bivio, seguiamo l’indicazione stradale per Succiso Nuovo. Passiamo a fianco del Panorama poco prima del Passo della Scalucchiacimitero, dove si trova una fontanella, attraversiamo un ponte e continuiamo a salire arrivando a Succiso Nuovo (980 m). Pedaliamo in salita godendoci il paesaggio e pian piano guadagniamo quota fino ad arrivare al Passo della Scalucchia (1364 m) che separa la valle del Secchia dall'Alta Val d'Enza, tra i comuni di Collagna e Ramiseto in provincia di Reggio Emilia. Fotografiamo una Madonnina in marmo e poi ci sediamo sul prato per mangiare un panino al prosciutto crudo. Dal torrente Liocca a qui abbiamo percorso 9,8 km superando un dislivello di 579 metri con una pendenza media del 5,7%. Ricapitolando, da Palanzano a qui abbiamo percorso 37,2 km superando un dislivello di 1266 Panorama dal Passo della Scalucchiametri. Mancano ancora 30,7 km e un dislivello di 347 metri. Nel frattempo giungono al passo due gruppi di ciclisti, uno da dove siamo saliti noi, mentre l’altro dalla parte opposta. Dopo questa sosta ristoratrice iniziamo la discesa e il paesaggio cambia completamente. Ci fermiamo a scattare fotografie e in tutta tranquillità proseguiamo in leggera discesa gustandoci il paesaggio. Ignoriamo il bivio sulla destra che conduce a Collagna e seguiamo l’indicazione stradale per Pratizzano. Il paesaggio è spettacolare, un susseguirsi di prati con ampia veduta verso il Monte Cusna (2121 m), il Monte Cavalbianco (1854 m), Cima Belfiore (1811 m) e il Monte La Nuda (1895 m). Arrivati al bivio successivo giriamo a sinistra seguendo l’indicazione stradale Ramiseto e velocemente giungiamo a Pratizzano (1200 m). Giriamo a destra e in salita proseguiamo verso Ramiseto. La strada, molto bella e Verso Pratizzanopanoramica, prosegue fino al bivio con la SP102 che a destra conduce a Ventasso Laghi mentre a sinistra a Ramiseto. Giriamo a sinistra, ci lanciamo in discesa, oltrepassiamo Montemiscoso e arriviamo Ramiseto dove ci fermiamo al bar per prendere due cappuccini, due fette di torta (una ricotta e cioccolato e l’altra cocco e menta) e una bottiglietta di acqua naturale (7,60 euro). Ci sediamo al tavolino e ci rilassiamo al fresco pensando che dal Passo della Scalucchia a qui abbiamo percorso 12,6 km superando un dislivello positivo di 66 metri e negativo di 579 metri. Dopo questa ottima pausa ristoratrice rimontiamo in sella, affrontiamo una leggera salita lunga 2,3 km fino al Passo Ferrarino (899 m) poi in discesa proseguiamo sulla SP15 fino al bivio dove la segnaletica stradale indica a destra Vaestano (4 km) Pratizzanoe Montedello (2 km). Sempre in discesa arriviamo al ponte sul torrente Enza. Dal Passo Ferrarino a qui abbiamo percorso 7,6 km tutti in discesa. Entriamo nella Provincia di Parma e iniziamo un’altra salita fino a Vaestano, lunga 2,4 km con una pendenza media del 4,3%. Ci immettiamo sulla SP68 e in discesa raggiungiamo una fontana dove ci fermiamo per ricaricare le borracce. Continuiamo velocemente in discesa fino all’incrocio con la SP665r dove giriamo a sinistra. Da Vaestano a qui abbiamo percorso 2,3 km di discesa. Inizia l’ultima salita della giornata che ci condurrà fino a Palanzano lunga 3,4 km, i primi 300 metri hanno una pendenza media del 7,8% mentre i successivi 500 metri hanno una pendenza media del 6,6%. Pedaliamo un poco da stanchi per altri 350 metri con pendenza media del 5,9% poi la strada spiana e senza problemi arriviamo al parcheggio dove avevamo lasciato l’auto. 25/07/2020.